domenica, aprile 22, 2018

Stimolare un nuovo approccio strategico che consideri la Campania un territorio costantemente interrelato, in entrata ed in uscita su tutti i fattori della competizione, puntando a migliorare il saldo di scambio, attraverso una programmazione di ampio respiro che selezioni i mercati target prioritari in funzione delle filiere d’eccellenza regionali, e il rafforzamento sui mercati esteri per le imprese con propensione all’internazionalizzazione.

Vai alle altre news del CANALE INTERNAZIONALIZZAZIONE

APERTURA INTERNAZIONALE

Il Piano Export Sud II, denominato PES II, ha una dotazione finanziaria pari a euro 50.000.000 a valere sulle risorse del Programma Operativo Nazionale Imprese e Competitività 2014-2020. L’azione si articola in interventi destinati alle imprese, in particolare le MPMI, in continuità con quanto già realizzato dalla Direzione Generale Incentivi alle Imprese del Ministero dello Sviluppo Economico con il precedente Piano Export Sud per le Regioni della Convergenza, attuato dall’ICE-Agenzia.
Le risorse sono destinate all’attuazione di iniziative di formazione e di promozione a favore delle PMI localizzate nelle “Regioni meno sviluppate” (Calabria, Campania, Puglia, Basilicata, Sicilia) e nelle “Regioni in transizione” (Abruzzo, Molise, Sardegna), di cui al Decreto Ministeriale.
Il nuovo Piano Export Sud persegue due finalità: trasformare le aziende potenzialmente esportatrici in esportatori abituali e incrementare la quota export ascrivibile alle Regioni del Mezzogiorno sul totale nazionale.
Il PES II prevede 4 Programmi Operativi Annuali. In questa sezione sono pubblicati gli eventi in programma per la prima annualità, che saranno avviati a partire dal 1.9.2017 fino al 30.4.2018, suddivisi per categoria di Regioni.

Documenti di riferimento

-IN CORSO-

China Italy Science, Technology and Innovation Program:

E’ un programma di durata annuale dedicato alle attività di scambio tra gli operatori dei due Paesi, realizzato in stretta collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche – CNR.
Per il 2015, il programma ha il suo punto di massima ricaduta e visibilità in tre principali appuntamenti articolati in:
– VI Edizione del China-Italy – Innovation Forum nell’ambito del “China International Technology Transfer Convention (ITTC)” – Aprile 2015;
– Organizzazione e Promozione del China – Italy Innovation Forum / Special Edition at Expo 2015 nell’ambito del “China Day a EXPO” – Giugno 2015;
– China – Italy innovation Forum – VI Edizione, nell’ambito della “China Italy Science, Technology & Innovation Week”- Novembre 2015

Informazioni

-IN CORSO-

5 ottobre 2015 – Incontro con la d.ssa Kim Eunjeong, Consigliere Affari Economici nel corso del quale sono state gettate le basi per un accordo sui temi dell’internazionalizzazione del capitale umano(country-visit e stage per startup campane), del business development (soluzioni innovative da e per distretti tecnologici e imprese high-tech) e della promozione del sistema regionale campano.

13 e 14 ottobre 2015 – Campania EXPO2015 – La delegazione Coreana, nel corso degli scambi commerciali , ha avuto un incontro con l’Assessore Valeria Fascione. Le Agenzie, accompagnate dalla CIEE di Seul, sono state in visita nel nostro paese per cercare fornitori nel settore difesa e ICT. Circa 50 gli incontri btob con aziende campane dei settori indicati e circa 10 visite presso aziende.

Iran-Italy Science, Technology and Innovation Forum è un programma governativo pluriennale dedicato all’internazionalizzazione dei sistemi ricerca-innovazione e allo scambio scientifico, tecnologico e commerciale, tra il mondo della ricerca e dell’impresa italiano e iraniano.L’obiettivo del programma è quello di creare una piattaforma stabile e strutturata che consenta a università, centri di ricerca e imprese a forte impatto innovativo di realizzare uno scambio durante tutto l’anno. Il Forum è caratterizzato da un evento di matchmaking annuale, che si svolge alternativamente in Italia e in Iran, affiancato da servizi di informazione, animazione e supporto alla creazione di partenariati.

Il modello di policy individua due principali macroaree.

INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL CAPITALE UMANO
Capacità del capitale umano espresso dal territorio di intessere relazioni globali bidirezionali per effetto della sua propensione a proiettarsi in contesti sovranazionali.

PROMOZIONE DEL SISTEMA ECONOMICO SUI MERCATI ESTERI
Connessione internazionale del contesto regionale, sostenuta attraverso l’acquisizione dei fattori abilitanti, l’aggregazione in chiave competitiva e l’accesso ai mercati globali.

RISORSE