2

Promuovere la diffusione dell’innovazione agendo su due piani, da un lato realizzare programmazioni strategiche tendenti a definire le priorità per filiere di destinazione e per traiettorie e dall’altro mettere in campo misure rivolte alle imprese per l’attivazione di risorse per l’innovazione (competenze, capitali, accesso al credito, tutele) e al rafforzamento dell’ecosistema dell’Innovazione, rendendone più efficace l’azione, più ampio il perimetro di costituzione ed operatività e più agevole l’accesso per i soggetti imprenditoriali.

Negli ultimi giorni sulla stampa si sono alternate notizie buone e meno buone sullo stato di salute del sistema universitario campano. Partiamo innanzitutto dalle...

Con l'ultimo Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 91 del 30 dicembre sono state pubblicate le delibere di approvazione d due importanti documenti strategici...

SMAU NAPOLI Ecco le 20 realtà innovative regionali- startup­, spin off, PMI innov­ative, Distretti e Ag­gregati Pubblico Priv­ati - se­lezionate da SMAU, co­n apposita manifestaz­ione...

Aperta fino al 23/12/2016 la consultazione pubblica sull'adozione di una Strategia italiana per la Bioeconomia con lo scopo di permettere ai cittadini e alle parti...

Vai alle altre news del CANALE INNOVAZIONE

OPPORTUNITA'

SISTEMA RICERCA E INNOVAZIONE

La Regione Campania ha posto al centro della sua azione il potenziamento delle strutture e la condivisione delle pratiche di ricerca scientifica, al fine di rafforzare il sistema per la ricerca, facilitare il trasferimento dei risultati tecnico-scientifici e favorire una più diffusa cultura dell’innovazione nel tessuto imprenditoriale. L’intero programma è orientato al rafforzamento del patrimonio di competenze industriali esistenti mediante una condivisa diffusione dell’innovazione tecnologica e uno stabile collegamento tra il mondo della ricerca e quello della produzione attraverso meccanismi di aggregazione. I Distretti ad alta tecnologia lavorano per incrementare la competitività nei settori strategici orientando la ricerca verso prodotti e processi innovativi e promuovendo la cultura dell’innovazione. Obiettivo è attrarre, intorno alle eccellenze scientifiche nuovi investimenti e al contempo favorire la nascita di startup innovative.

Distretto ad alta tecnologia
DAC – Distretto Aerospaziale Campano
Opera nella filiera produttiva aerospaziale che riveste un ruolo di primissimo piano rappresentando un elemento di sviluppo del territorio sia in termini di presenza industriale, sia per l’elevato contenuto delle conoscenze tecnologiche richieste dai processi produttivi. Si propone di realizzare e la gestire un modello industriale a rete in grado di progettare soluzioni competitive e proporle sul mercato a livello nazionale e internazionale. Il DAC ha messo a punto uno studio di fattibilità fondato su 12 programmi strategici che è stato approvato dal MIUR con il massimo punteggio. Complessivamente i 12 programmi prevedono un investimento di circa 117 milioni di euro  da sviluppare sull’arco di un triennio.

Aggregazioni pubblico private
Ritam – Rete di Imprese e partner scientifici per la ricerca e applicazione di Tecnologie Avanzate per materiali per motori
Sviluppo e promozione di coordinate e strutturate attività di R&S nel settore dei materiali innovativi e tecnologie avanzate per motori e componenti di motori destinati prevalentemente al settore aeronautico e alla power generation, migliorando offerta tecnologica e competitività dei partner e del sistema economico campano.

Reti di imprese
PoEMA  – Polo Europeo Microfusioni Aerospaziali
Primo Polo Industriale per la produzione di componenti microfusi di turbine aeronautiche ed industriali. Azienda leader del Polo, EMA primario produttore a livello mondiale di componenti microfusi per turbine a gas aeronautiche e industriali.

Distretto ad alta tecnologia
Campania Bioscience
Opera nell’ambito delle biotecnologie e della salute dell’uomo ponendosi come obiettivi strategici la creazione di nuove imprese biotech, l’ attrazione di capitali e investimenti da parte di grandi player, il consolidamento e la competitività delle imprese del settore agroalimentare.

Aggregazioni pubblico private
M2Q – agroalimentare
eHealthNet – ict per la salute
Bio.cam – biotecnologie
SORRISO – materiali per la salute
MAREA – materiali per agroalimentare

Centri di eccellenza
Biogem – Biologia e genetica molecolare, societá consortile tra CNR, Stazione zoologica Anton Dohrn di Napoli, Consorzio per l’Area di Ricerca di Trieste, Universitá Federico II di Napoli, Universitá di Milano-Bicocca, Universitá del Sannio, Universitá di Foggia, Universitá Suor Orsola Benincasa di Napoli, Lumsa di Roma, Camera di Commercio di Avellino e Comunità Montana dell’Ufita.

Istituto Italiano di Tecnologia -CABHC@CRIB Napoli
Center for Advanced Biomaterials for Healthcare
Il Centro per biomateriali avanzati per la Sanità presso il CRIB (Centro di Ricerca Interdipartimentale sui Biomateriali) utilizza tecnologie all’avanguardia per progettare materiali bio-ispirati per applicazioni nel settore biomedicale. Le attività di ricerca sono focalizzate principalmente sul rilevamento di segnali molecolari rilevanti e sullo sviluppo di strategie e tecnologie per la codifica di segnali con disposizione spaziale ed evoluzione temporale controllate su piattaforme sintetiche. Il gruppo ha sviluppato un know – how nella presentazione del segnale tra materiale e cellule e nell’ingegnerizzazione delle proprietà biochimiche, biofisiche e microstrutturali dei Materiali al fine di modulare la risposta cellulare.

Distretto ad alta tecnologia
Smart Power System
Opera nel settore energetico determinando il consolidamento competitivo nel territorio regionale delle conoscenze scientifiche e tecnologiche riguardanti l’uso e l’integrazione nelle reti elettriche di tecnologie avanzate per la generazione e l’accumulo di energia in forma distribuita secondo il paradigma “Smart Grid”.

Aggregazioni pubblico private
Idrica – ambiente
Biochamp -piattaforma tecnologica sostenibile che consenta di realizzare il concetto di bioraffineria, completa valorizzazione delle biomasse vegetali rinnovabili.
FuelCell – energia

Distretto ad alta tecnologia
DATTILO
Opera nell’ambito dei Trasporti di superficie per aggregare le eccellenze scientifico-industriali sui Trasporti Terrestri e la Logistica in Campania e fare della Campania una delle prime regioni per lo sviluppo di tecnologie abilitanti per il ferroviario e l’automobilistico.

Aggregazioni pubblico private
MARTE – trasporti e logistica
MOST – trasporti
TOP-IN – ict per telecomunicazioni e sensoristica

Distretto ad alta tecnologia
IMAST

Realizza attività di ricerca per lo studio e la realizzazione di materiali innovativi nel settore dei compositi e dei materiali polimerici, rappresenta una vera esperienza di successo, avendo dimostrato la capacità di attrarre sul territorio le principali eccellenze nazionali ed internazionali del settore.

Distretto ad alta tecnologia
DATABENC
Nasce per colmare un vuoto di programmazione strategica sui beni culturali, sul  patrimonio ambientale e sul turismo attraverso un approccio di sistema integrato. Si pone l’obiettivo di realizzare uno sviluppo socio-economico orientato verso un’analisi finalizzata del patrimonio culturale, un nuovo uso delle risorse, in cui il driver tecnologico, rappresentato soprattutto dalle ICT, deve giocare un ruolo importante sviluppando e adattando i contenuti di beni e servizi diversi per fruitori eterogenei.
STRESS
opera per la sostenibilità delle costruzioni, uno degli obiettivi fondamentali della ricerca, che, attraverso lo sviluppo di nuovi sistemi e soluzioni tecnologiche, è in grado di proporsi come soluzione di sintesi per l’integrazione fra diversi attori, della ricerca e dell’impresa lungo la filiera delle costruzioni, utile a superare il technical-divide tra produzione della conoscenza e applicazione alle realtà produttive.

Aggregazioni pubblico private
TEMOTEC – ict per beni culturali

Il modello di policy individua due principali macroaree.

BUSINESS DEVELOPMENT
Interventi pubblici (bandi di agevolazione, voucher per erogazione di servizi, strumenti di finanza di capitale e di garanzia) di supporto alla crescita aziendale con applicazioni che agevolino il ricorso all’innovazione, non necessariamente tecnologica, come strategia per rafforzare il proprio posizionamento nei mercati di riferimento o in nuove arene competitive.

CONTAMINATION
Misure (call per soggetti pubblici e privati, bandi per la nascita ed i consolidamento di aggregati e soggetti di supporto, appalti per lo stimolo alla domanda pubblica) finalizzate alla collaborazione tra tutti gli operatori economici impegnati a operare sul territorio e tra questi e i nuovi protagonisti della scena imprenditoriale, la cui interazione è in grado di innescare e alimentare nuovi fenomeni creativi virtuosi.

RIS3 CAMPANIA

RISORSE