Il futuro passa per il digitale e per i sorrisi dei nostri giovani

270

Eccoli, li ho di fronte a me: i cento diplomati alla Developer Academy di Napoli. Sono emozionati e fieri, ancora increduli di aver ricevuto gli applausi, e le congratulazioni personali del rettore dell’università Federico II Gaetano Manfredi e di Lisa Jackson, vicepresidente Apple per ambiente, didattica, iniziative sociali.

L’Academy ha mantenuto le promesse e dopo aver formato i ragazzi al lavoro del futuro, tra nuove tecnologie e innovazioni, ha offerto loro la possibilità di incontrare le aziende per raccontare le idee prodotte in questi mesi.

Da qui sono partiti 21 dei 29 ragazzi italiani selezionati da Apple per partecipare alla conferenza mondiale degli sviluppatori lo scorso mese, come sottolinea Lisa Jackson. E tanti sono i primati raggiunti assieme a una “bella prima volta”: la prima ragazza dall’Europa ad arrivare in America tra gli sviluppatori di tutto il mondo è proprio un’allieva dell’Academy.

Infatti oltre ai pitch e alle presentazioni pubbliche, i ragazzi hanno incontrato – durante la Future Fair del giorno prima – le aziende in colloqui singoli. I prodotti realizzati in questi mesi attendono di decollare sull’App store, ma intanto gli attestati ricevuti già fanno loro guadagnare l’interesse di un gran numero di aziende del settore. Molti dei giovani sviluppatori dell’Academy hanno già sostenuto prove e colloqui in Italia e all’estero, alcuni puntano direttamente a Cupertino.

Come ha detto Ambrogio Prezioso, presidente dell’Unione Industriali Napoli “Creare lavoro in un’ottica di industria 4.0 è fondamentale. Il 60% delle aziende – soprattutto PMI e aziende piccolissime  – devono essere in grado di rimanere competitive attraverso il Didigital Innovation Hub su cui stiamo puntando”

A seguire questi primi cento ragazzi, ci sono altrettanto studenti che si diplomeranno in autunno e sono già partite le selezioni per altri 400 che potranno iniziare i corsi nel prossimo anno accademico. 1000 in tre anni e per loro ci saranno opportunità e anche nuovi spazi della nuova sede di 4000 metri quadri. E l’arrivo di altri grandi della tecnologia come Cisco e Microsoft.

Si chiude così una pagina di una storia bella, aver portato a Napoli questa academy, unica in Europa. Di tante storie belle destinate ad avere successo. Come Giunta De Luca ci impegniamo a supportare le idee innovative dei nostri giovani con iniziative come il bando per la creazione di nuove startup innovative e come Erasmus delle startup, che dà la possibilità di confrontarsi con iniziative innovative all’estero.

Per i ragazzi e le ragazze è solo l’inizio di un’avventura che durerà tutta la vita, per la nostra regione un segnale che è possibile – uniti – fare sviluppo.

Valeria