Il bilancio di un anno di innovazione

759

Con l’arrivo delle festività e con il momentaneo rallentare dei ritmi del nostro lavoro, diventa quasi naturale fermarsi per fare un bilancio dell’anno che ci lasciamo alle spalle.

E’ stato un 2019 davvero intenso e solo se guardiamo ai numeri di questo luogo in cui “ci incontriamo” troviamo oltre 130 articoli di informazione su bandi, iniziative e opportunità, più di 30 iniziative per valorizzare l’innovazione proveniente dall’ecosistema campano e per connetterla con i mercati internazionali.

Il panorama dell’innovazione campana continua a confermarsi vivacissimo: la Regione Campania è di gran lunga la prima regione del Mezzogiorno, con 896 startup, l’8% in più rispetto allo scorso anno e Napoli si posiziona sul podio delle province italiane.
Gli investimenti per il consolidamento del Polo Universitario di San Giovanni a Teduccio dell’Università Federico II di Napoli lo hanno reso uno dei più importanti hub internazionali per le competenze e le tecnologie digitali. Grazie a questa capacità attrattiva sono molti i player e le multinazionali approdati in Campania.
Risultati resi possibili grazie al sostegno che la Regione dedica ai processi innovativi con misure dedicate, iniziative e finanziamenti.

Siamo una terra ad alto tasso di innovazione.

Siamo stati pionieri nell’individuazione della domanda di innovazione pubblica come leva di sviluppo industriale. La Campania è la prima regione a sottoscrivere accordo con Agenzia per l’Italia Digitale e SoReSa per il rafforzamento e la qualificazione della domanda di innovazione proveniente dalla PA. Abbiamo realizzato il primo marketplace pubblico dell’innovazione dove le imprese e la PA possono esprimere i loro fabbisogni e cercare soluzioni tecnologiche. Un ambiente collaborativo per promuovere l’ecosistema dell’innovazione – popolato da oltre 900 utenti e 100 organizzazioni – e dall’inizio di dicembre anche una vetrina dei talenti, invenzioni, scoperte, prodotti e servizi.

In favore del trasferimento tecnologico lo scorso anno abbiamo finanziato un programma da 85 milioni di euro che ha ammesso a finanziamento 164 progetti di innovazione delle micro, piccole e medie imprese campane. Nel 2019 l’attenzione si è spostata sul supporto ai processi di innovazione delle filiere verticali strategiche per il nostro territorio:

  • 46 milioni per l’Automotive (CAMPANIA 2020 Mobilità sostenibile e sicura)
  • 20 milioni per il piano strategico Space Economy (Programmi GovSatCom, Copernicus e I-CIOS)
  • 20 milioni per i settori Aeronautico e Spaziale (Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale)
  • 20 milioni per il settore Scienze della Vita (MALATTIE RARE E NEUROSCIENZE)

Nelle scorse settimane abbiamo deliberato nuove risorse per le startup innovative del valore di 12,5 milioni di euro che, sommati ai 23 milioni del bando CAMPANIA STARTUP INNOVATIVA, va a completare il plafond di 35 milioni di euro che avevamo allocato per sostenere la creazione e il consolidamento di nuova imprenditorialità innovativa che stimoli la competitività del sistema produttivo regionale.

Sul lato internazionalizzazione, con 20 milioni di euro di risorse, abbiamo realizzato tre interventi cruciali per l’apertura internazionale delle MPMI campane:

  • VOUCHER PER LA PARTECIPAZIONE A EVENTI FIERISTICI INTERNAZIONALI con 226 MPMI beneficiarie
  • SOSTEGNO AI PIANI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE che ha ammesso a finanziamento 149 soggetti tra MPMI e liberi professionisti
  • AZIONI TRASVERSALI PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE
    13 partecipazioni collettive a fiere internazionali nei settori: aerospazio, biotech e agrifood, health, sistema moda, ict e mobile, beni culturali e turismo (e stiamo per lanciare altre missioni di sistema). Oltre 150 piccole e medie imprese campane coinvolte.
    5 missioni internazionali negli hub dell’innovazione quali ISRAELE, RUSSIA, SYLICON VALLEY, GEORGIA E CINA

Tra gli ultimi avvisi lanciati mi stanno particolarmente a cuore:

4 MILIONI PER L’ECOSISTEMA INNOVATIVO REGIONALE per stimolare la capacità del territorio di generare con continuità nuova imprenditorialità innovativa, consolidare lo sviluppo competitivo regionale in linea con la RIS3 Campania e con i settori della green economy, dell’energia, dell’ambiente, della cultura e del turismo.

CAMBIAMENTI DIGITALI, 4 MILIONI PER LABORATORI DIDATTICI INNOVATIVI il programma di digitalizzazione rivolto alle istituzioni scolastiche statali secondarie di primo e secondo grado della Campania per promuovere l’uso delle nuove tecnologie, stimolando lo sviluppo di competenze digitali e la creazione di laboratori didattici innovativi.

Come ha sottolineato il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, nella conferenza stampa di fine anno, sono stati molti i risultati raggiunti e le iniziative intraprese nel 2019.  Alcuni di essi davvero sono “storici” per la nostra regione:

  • l’uscita dal commissariamento in ambito Sanità
  • i bandi in corso per l’assunzione di 10mila giovani nella Pubblica Amministrazione
  • il Bilancio con il recupero di 5,6 miliardi di debiti
  • le Universiadi Napoli 2019, organizzate esclusivamente con fondi regionali
  • oltre alle iniziative per la Cultura, la Scuola, i Trasporti, le Politiche sociali, l’Ambiente, le Infrastrutture, l’Agricoltura e l’Urbanistica.

Un anno importante e significativo per tutti noi. Abbiamo un compito importante, continuare a lavorare tenendo ben presente i nostri obiettivi di sviluppo inclusivo. Ognuno di noi può e deve fare parte di questo cambiamento.

Buon nuovo anno a voi,
Valeria

Scarica qui il report completo