Alta formazione e inserimento lavorativo dei giovani laureati: 10 milioni dalla Regione Campania

730

10 MILIONI DI EURO PER L’ALTA FORMAZIONE E L’INSERIMENTO LAVORATIVO DI QUALITA’ DEI GIOVANI LAUREATI CAMPANI

Di recente emanazione l’intervento Dottorati di ricerca con caratterizzazione industriale che finanzia con 10 milioni di euro il rafforzamento dell’alta formazione e la specializzazione dei giovani laureati campani.

Attraverso questo avviso, la Giunta Regionale ha inteso perseguire l’accrescimento delle competenze del patrimonio di risorse giovanili, favorendo il rafforzamento della connessione tra università e imprese della Campania, in coerenza con i fabbisogni di ricerca e innovazione del sistema produttivo.

Saranno, infatti, le Università regionali ad attuare l’iniziativa che, in coerenza con la Strategia di Specializzazione Intelligente regionale, prevede la realizzazione di

  • dottorati di ricerca nelle traiettorie tecnologiche strategiche (RIS3) della Regione Campania; 
  • dottorati di ricerca innovativi, in particolare dottorati industriali che promuovono l’integrazione 
con settori produttivi; 
  • dottorati di ricerca finalizzati alla promozione di processi di innovazione e della cultura digitale nel 
tessuto produttivo regionale nonché del sostegno alla scoperta imprenditoriale.

Le proposte di dottoratoprogettate in accordo con il sistema imprenditoriale, prevedranno l’accesso a laboratori scientifici, strutture tecniche e operative necessarie al raggiungimento degli obiettivi della ricerca, oltre ad attività didattiche per il perfezionamento linguistico, la conoscenza dei sistemi della ricerca e innovazione europei e internazionali, la valorizzazione dei risultati della ricerca e la tutela della proprietà intellettuale, oltre a un periodo significativo di presenza in azienda (da sei a diciotto mesi).

Un investimento importante per la Campania che riveste una duplice valenza: da un lato sostiene lspecializzazione dei giovani laureati campani, che intendono impegnarsi in attività di ricerca, favorendone al contempo sin da subito l’ingresso nel mercato del lavoro, dall’altro innesta risorse umane qualificate nel sistema produttivo regionale, che potranno concorrere allo sviluppo di soluzioni innovative che impattino sulla competitività.