Rafforzare il matching tra startup e capitali di rischio fa evolvere l’ecosistema dell’innovazione

65

Si è appena concluso il digital meeting “Campania Tech Revolution: l’impegno della Regione Campania per il sostegno all’imprenditorialità innovativa nell’accesso ai capitali di rischio” promosso dalla Regione Campania e organizzato da The European House Ambrosetti che ci accompagna nel percorso del Technology Forum Campania 2020, la piattaforma di discussione e confronto tra gli attori pubblici e privati.

Un momento di discussione importante con tantissimi temi concreti toccati per attrarre gli investimenti Venture Capitalist al Sud, tra cui la creazione di Cluster di Competenze, l’Internazionalizzazione, il superamento del nanismo e della frammentazione, la necessità di rafforzare le infrastrutture e diffondere la cultura di impresa.

La call Campania Tech Revolution” è stata lanciata il 7 settembre con l’obiettivo di sostenere la nascita e il consolidamento dell’imprenditorialità innovativa, anche favorendo il contatto con potenziali investitori per facilitare l’accesso ai capitali di rischio.

 Sono state selezionate le 14 startup campane più promettenti startup campane con progetti imprenditoriali all’avanguardia nei campi delle Scienze della Vita e Nuovi materiali e tecnologieper la manifattura che nel corso della prossima settimana potranno presentare il proprio business a un pool di investitori di primo piano e di ricevere un feedback importante per il loro percorso di crescita imprenditoriale.

Come sappiamo per PMI e startup italiane è più difficile ottenere risorse finanziarie tramite operazioni di venture capital, private equity, business angel rispetto alla media europea. Recentemente i numeri sono in crescita anche grazie alle agevolazioni fiscali per chi investe in startup innovative, manca tuttavia da parte delle nuove aziende la giusta preparazione per approcciare agli investitori.

Rafforzare questo matching significa far evolvere l’intero ecosistema dell’innovazione, attivando un circuito virtuoso che abbassi il rischio di impresa e rinnovi il tessuto imprenditoriale.

Ringrazio gli investitori che hanno risposto con interesse all’invito: Alchimia Investments, Claris Venture, Cube Labs, EUREKA! Venture, Intesa Sanpaolo Innovation Center, Italian Angels for Growth, Panakes Partners, Sofinnova Partners, Value Italy e Venture Factory.

L’iniziativa evidenzia la centralità del sostegno all’imprenditorialità innovativa nella strategia regionale in materia di ricerca e innovazione che nei prossimi anni assumerà un ruolo sempre maggiore.  

Come evidenziato nel Position Paper 2020 negli ultimi 5 anni la Campania ha conseguito significativi risultati nell’ambito della ricerca e dell’innovazione, che le permettono di iniziare un nuovo percorso di crescita. La Campania è oggi la prima del Mezzogiorno e terza in Italia per numero di startup innovative (oltre 1.000) passata dal quinto al terzo posto negli ultimi 4 mesi, e prima del Mezzogiorno e quinta in Italia per numero di PMI innovative (oltre 130).