Presentazione del Cluster Blue Growth: Napoli, 15-16 gennaio 2018

715

Cluster Blue Growth: dalla fondazione all’operatività
Napoli, 15-16 gennaio 2018
Centro Congressi Università Federico II in Via Partenope 36, Napoli

Si terrà lunedi 15 e martedi 16 gennaio la presentazione del nuovo Cluster Tecnologico dedicato alla Crescita Blu che ha sede in Campania presso la Stazione Zoologica “Anton Dohrn”.

Obiettivo dell’appuntamento è definire le priorità strategiche  di ciascuna area al fine di rendere disponibile il materiale per l’elaborazione di posizioni nazionali da traferire nei processi di definizione degli interventi e delle nuove programmazioni regionali, nazionali, di bacino ed europee.

I soggetti interessati possono iscriversi ai gruppi di lavoro per dare un contributo rispetto alle proprie aspettative/competenze/interessi industriali e di Ricerca&innovazione.

Si segnala, inoltre che è ancora possibile aderire al nuovo Cluster Tecnologico, l’ampia presenza di tutti gli attori del mare e il confronto diretto con le Amministrazioni saranno elementi necessari per attuare la crescita blu in Italia. Per informazioni Marco Borra marco.borra@szn.it

PROGRAMMA
15 Gennaio
ore 14:00 Registrazioni
ore 14:30 (plenaria) Introduzione alla missione e attività dei Working Group
ore 15:00 Prima Sessione Working Group (in parallelo)
Biotecnologie marine, Risorse biotiche, Energie rinnovabili dal mare, Cantieristica e Robotica marina, Infrastrutture di ricerca
ore 16:30 Pausa caffè
ore 17:00 Seconda Sessione Working Group (in parallelo)
Ambiente marino e fascia costiera, Risorse abiotiche, Sostenibilità e usi Economici del mare, Skills & Jobs

16 Gennaio 
ore 09:00 Registrazioni
ore 09:30 Presentazione JPI Oceans
ore 10:00 Opportunità internazionali di finanziamento sui temi del mare
ore 10:45 Pausa caffè
ore 11:15 Reporting attività WGs
ore 12:15 Incontro con il Comitato di Indirizzo Territoriale

Per partecipare è necessaria l’iscrizione via email a clusterbig@gmail.com con indicazione del gruppo tematico di interesse primario.

Il CTN BIG si propone come struttura aperta alla partecipazione di tutti gli attori nazionali interessati ai temi della Blue Growth, con la finalità di creare una comunità aggregativa di valenza nazionale, capace di essere efficacemente rappresentativa del settore in una prospettiva internazionale, e come punto di incontro con le Amministrazioni regionali e nazionali.
Il CTN BIG si propone di condurre consultazioni e azioni di coordinamento dei principali attori del sistema della ricerca pubblica e privata, anche in collaborazione con gli altri Cluster, al fine di:

  • elaborare piani strategici e di azione finalizzati a individuare lo sviluppo tecnologico di medio termine e produrre scenari tecnologici, identificando priorità e modalità d’intervento;
  • definire scenari tecnologici di prospettiva per l’Italia e, più in generale, strumenti conoscitivi atti a supportare sia l’elaborazione di politiche informate, sia l’indirizzo di fondi dedicati alla ricerca, innovazione, formazione e sviluppo del capitale umano;
  • allineare e integrare gli scenari e le azioni regionali e nazionali con quelle europee e
    mediterranee del settore, in stretta cooperazione con i rappresentanti nazionali nei comitati europei e negli organismi di gestione delle molteplici iniziative internazionali;
  • mobilitare l’industria e il sistema della ricerca e della formazione, anche in cooperazione con le amministrazioni regionali, per attivare partenariati nazionali estesi e inclusivi, e creando filiere lunghe di cooperazione tra i territori, trans-settoriali e internazionali;
  • sviluppare piani di investimento pubblico-privato in ricerca, innovazione e trasferimento di conoscenze dagli organismi di ricerca al sistema delle imprese;
  • supportare la valorizzazione dei risultati della ricerca, innovazione e trasferimento di conoscenze, e lo sviluppo di imprenditorialità innovativa;
  • svolgere un ruolo di coordinamento e promozione della ricerca europea e agire come punto di riferimento nelle attività di cooperazione e promozione internazionale in tema di innovazione;
  • disseminare informazioni alla società civile in generale e promuovere la condivisione di conoscenze tra il sistema pubblico e quello industriale;
  • svolgere attività di coordinamento in materia di norme tecniche volontarie e linee guida, con riferimento a tutti i settori citati nei punti precedenti, intervenendo a supporto dei processi di produzione e diffusione di norme tecniche.