Life Science: Zcube lancia la call for startup

2057

Life Science: ZCube lancia la call for ideas internazionale per startup nelle life sciences con la seconda edizione di Open Accelerator. 

ZCube, Research Venture del gruppo farmaceutico Zambon ha lanciato la call for startup Open Accelerator finalizzata alla selezione dei progetti meritevoli di ricevere un investimento seed, fino a un massimo di 100.000 euro a progetto per un importo complessivo di 600.000 euro.

La call for ideas sarà aperta fino al 16 luglio 2017 e riguarda quattro macro aree d’interesse:

  • Drug delivery systems (tecnologie innovative per la somministrazione di farmaci e il rilascio controllato e mirato all’interno dell’organismo)
  • Open source prototyping: medical devices, biomarkers, diagnostics (piattaforme tecnologiche innovative per la prevenzione e diagnosi quali dispositivi diagnostici professionali e applicazioni biometriche avanzate)
  • Wearables e digital health (dispositivi indossabili che migliorino la qualità di vita dei pazienti e soluzioni tecnologiche rivolte a migliorare i servizi sanitari)
  • Big data (analisi e utilizzo dei dati che consentano la riduzione dei costi sanitari attraverso diagnosi più efficaci).

Si tratta di un programma intensivo che permetterà di validare le tecnologie tramite un percorso di formazione e il confronto costante con mentor nazionali ed internazionali del settore life sciences e con competenze tecniche specifiche.

Il percorso di accelerazione è rivolto a ricercatori e scienziati che hanno l’ambizione di
fare ricerca traslazionale e la parte didattica sarà composta dagli elementi base di un
modello di business, secondo la consolidata metodologia di business model canvas già
adottata dalla National Science Foundation (NSF) e dal National Institute of Health
(NIH) negli Stati Uniti.
ZCube ha recentemente siglato una partnership con IAB – Italian Angels for Biotech, la
prima associazione di business angels esclusivamente dedicata alle Life Sciences e
Innogest, uno dei principali venture capital che opera sia in Italia che in Europa. Gli
esperti di IAB e Innogest, insieme ad altri esperti internazionali, parteciperanno nel
ruolo di mentors e advisors del percorso di accelerazione per guidare gli startupper
nella definizione del progetto imprenditoriale e sviluppare la loro go-to-market strategy.
Alla fine del programma le idee più innovative potrebbero ricevere l’investimento seed
fino a 100 mila euro che rappresenta un importante trampolino di lancio da cui partire
per affrontare il mercato.