La Regione Campania vince il Premio Agenda Digitale 2016 con I.Ter, Geographic Cloud

676

La Regione Campania ha ottenuto il Premio Agende Digitali regionali 2016 grazie a I.Ter, la piattaforma Cloud, Open Source e Open Data, riconosciuta tra i progetti più avanzati a livello nazionale.

La premiazione si è tenuta il 14 novembre a Roma al termine del Convegno di presentazione dei risultati della Ricerca dell’Osservatorio Agenda Digitale della School of Management del Politecnico di Milano, svolta in collaborazione con AgID.

Il progetto I.Ter consente la completa digitalizzazione dei procedimenti amministrativi relativi al governo e al controllo del territorio. All’avanguardia a livello nazionale, ha un Sistema di Supporto alle Decisioni (DSS) che permette, attraverso un “cruscotto direzionale”, di percepire e rappresentare i fenomeni con grafici e cartografie, correlandoli tra loro e verificandone l’andamento: uno strumento al servizio di chi, a livello amministrativo e politico, è chiamato a definire strategie di governo e sviluppo del territorio.La piattaforma è stata realizzata da AlmavivA, in partnership con Trilogis e Planetek.

Tra l’altro, consente di monitorare in una visione d’insieme il processo di raccolta dei rifiuti, di correlare le analisi epidemiologiche rilevate dalle Asl con i dati della rete idrica, fornendo alle autorità competenti informazioni sui fenomeni osservati. Inoltre, comunica con i Sistemi della Protezione civile per prevenire il dissesto idrogeologico o per attenzionare le aree a rischio sismico; raccoglie ed elabora elementi utili a diverse attività economiche, dall’ambito Turistico a quello manifatturiero fino al trasporto delle merci. I.Ter ha un Data Hub, come unico punto di accesso, di aggregazione ed elaborazione di tutte le banche dati degli Uffici ed Enti regionali, “georeferenziate” sulla nuova infrastruttura Cloud Regionale, che mette a disposizione in modalità Open Source e Open Data.

La soluzione è accessibile in mobilità tramite App, anche con visualizzazione tridimensionale (3D) interattiva grazie a un’innovativa piattaforma tecnologica open source Geo-Platform, realizzata da ricercatori dell’IMAA-CNR. La piattaforma è sviluppata sul modello Software as a Service (SaaS) e consente a tutti gli utenti regionali di configurare in autonomia, on line e in funzione delle proprie esigenze, le ricerche basate su criteri di tipo geografico. Grazie alla sua componente “Social”, abilita un nuovo concetto di “Conferenza dei Servizi”, per la semplificazione delle attività tra amministrazioni diverse e il contenimento dei costi.