La Campania protagonista alla China-Italy Innovation Week di Pechino

71

Si è aperta oggi a Pechino la China-Italy Innovation Week, programma di cooperazione bilaterale sui temi della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione.

A dare il via ai lavori della settimana è stata la Campania con il SIEE SINO-Italian Exchange Event, piattaforma regionale di cooperazione in ambito R&I che da 13 anni ha consolidato rapporti di collaborazione tra Università, centri di ricerca, imprese e startup dei due Paesi.

La delegazione campana in missione in Cina è stata guidata dall’assessore all’Internazionalizzazione, Innovazione e Startup, Valeria Fascione, e ha animato gli appuntamenti della giornata.
Sulla ricerca e la lotta alle malattie oncologiche sono state illustrate le attività dell’Istituto Nazionale Fondazione Pascale, dell’Istituto di Scienze Applicate e Sistemi Intelligenti del CNR, dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e del Dipartimento di Industrial Design dell’Università della Campania Vanvitelli.
Per la valorizzazione dei beni culturali è stata presentata da Rosanna Romano, direttore generale per le politiche culturali e il turismo, la piattaforma regionale “Campania Cultura”, primo ecosistema digitale per i beni culturali realizzato in Italia.
Sono stati, inoltre, discussi i progetti di cooperazione della Scuola di Restauro del Suor Orsola Benincasa, del Museo Archeologico Nazionale di Napoli e dell’Istituto Polimeri e Materiali compositi del CNR.
Per il settore agricoltura ha presenziato ai lavori il consigliere del presidente De Luca alle Politiche agricole, alimentari e forestali e Relazioni Internazionali, Nicola Caputo, e presentate le innovazioni prodotte dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, mentre nel settore della mobilità sostenibile sono state illustrate agli interlocutori cinesi le ricerche e le tecnologie dell’Istituto di Ingegneria del CNR, del Cluster tecnologico nazionale sui Trasporti, del laboratorio di ricerca pubblico privato Marea.

Si è anche tenuta una tavola rotonda sui modelli innovativi per la formazione scolastica, nel corso del quale sono state illustrate le iniziative del Dieti Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione dell’Università Federico II e della Apple Developer Academy di Napoli.

Hanno preso parte alla missione internazionale anche le delegazioni di quattro scuole campane, inserite in un programma di cooperazione didattica: l’I.S. Guglielmo Marconi di Giugliano, l’ITI Leonardo da Vinci di Napoli, il Liceo Scientifico e Linguistico De Carlo di Giugliano, l’I.S. Caselli de Sanctis di Capodimonte.

A comporre l’articolato programma anche la Best Startup Showcase Entrepreneurship Competition (Bssec), coordinata in Cina dall’International Technology Transfer Network (ITTN) e in Italia da Città della Scienza di Napoli e dall’incubatore d’impresa Campania Newsteel. La competizione tra startup italiane e cinesi è stata lanciata nel 2016 e in tre anni ha conosciuto un’immediata e rapida espansione, tanto da arrivare a coinvolgere nell’edizione 2018-2019 circa 100 realtà innovative provenienti da tutta Italia e operative sui settori trainanti dell’economia mondiale.

Nel corso della Settimana Cina Italia dell’Innovazione sono stati firmati 12 accordi di collaborazione scientifico-tecnologica, tra essi quattro vedono coinvolti centri di ricerca e imprese campane:

  • Chinese Academy of Sciences Holdings e China Science and Innovation Industry Fund of Fund e Città della Scienza partnership strategica per la progettazione di Hub per l’innovazione in Europa;
  • University of Xi’an Shiyou e il Dieti Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione dell’Università Federico II di Napoli cooperazione e scambi di ricerca nel campo della formazione e del training scientifico per docenti;
  • Xi’an Sino-European Enterprises Management Consulting Co.,Ltd e SPICI srl – Società per l’Innovazione, la Cooperazione e l’internazionalizzazione Cooperazione nel campo della scienza, delle tecnologie e della cultura per facilitare la collaborazione tra startup, imprese e istituti di ricerca;
  • TJ Innova Engineering & Technology e Marea Scarl accordo di collaborazione per la promozione e valorizzazione della ricerca e dell’innovazione tecnologica centrata sulla mobilità sostenibile.

La Settimana Cina-Italia della Scienza della Tecnologia e dell’Innovazione toccherà le città di Pechino, Chengdu e Jinan fino a venerdì 29 novembre con la presenza dei ministri della Ricerca Lorenzo Fioramonti e del suo omologo cinese Wang Zhigang.

A collective effort to innovate! Ecco le parole del presidente Xi Jinping che danno il benvenuto alla nostra missione in Cina. Uno sforzo collettivoha dichiarato l’assessore Valeria Fascioneper spingere l’innovazione in tutti i settori economici, produttivi e sociali, una ‘chiamata alle armi’ che è la nostra missione perché crediamo che l’innovazione e la cooperazione siano un valore per tutti e che tutti possano beneficiare dei progressi scientifici e tecnologici. Abbiamo aperto la settimana China-Italia della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione con il nostro programma regionale di cooperazione con Pechino in ambito R&I, iniziativa che riveste un valore strategico per la crescita e l’apertura internazionale del nostro ecosistema ricerca e innovazione. In questi tredici anni centinaia sono state le realtà regionali che hanno raccolto le opportunità derivanti da quello che è sempre di più un ponte tra Campania e Cina“.