HackNight @ Museum: la Campania promuove competenze digitali e creatività dei giovani

68

Duecento ragazzi e ragazze hanno invaso il Parco del Museo di Capodimonte per sfidarsi a colpi di codice durante il The Big Hack – HackNight@Museum promosso da Regione Campania, organizzato da Maker Faire Rome – The European Edition e Sviluppo Campania, in collaborazione con il Museo di Capodimonte.

Ventiquattro ore al computer per trovare una soluzione alle nove sfide della maratona di programmazione per dare vita ad applicazioni e progetti concreti in ambiti strategici e diversificati quali il monitoraggio energetico, la salvaguardia dell’ambiente, la gamification, georeferenziazione e soluzioni digitali che semplifichino la user experience di milioni di persone.

Sviluppatori, maker, ingegneri, designer, startupper, studenti e comunicatori. Gli hacker di questa lunga notte anno hanno in media 24 anni, tra under 18 e gli over 40. In crescita la partecipazione femminile con 24 ragazze. E non mancano anche i cittadini stranieri: giovani provenienti da Hong Kong, Brasile, California, Ucraina e Olanda.

Trentasette i team formati per rispondere alle challenge lanciate da Regione Campania in collaborazione con Almaviva, Museo e Real Bosco di Capodimonte, Cisco, Eni, Ferrovie dello Stato Italiane, P&G, TIM WCAP, Tecno, WWF Oasi.

La HackNight@Museum è cominciata sabato mattina e si è concluso domenica sera con la grande premiazione nella splendida location del Salone da ballo del Museo di Capodimonte.

Il Team NZT –  composto da Alfonso Tesone, Andrea Tiberio, Antonio Martinelli  e Nataliya Mandziy – si è aggiudicato la challenge della Regione Campania per un pieno sviluppo delle opportunità derivanti dalle nuove Zone Economiche Speciali (ZES).

La ZEST app permette infatti a potenziali investitori di immergersi nel tessuto socio-economico e ambientale della Campania, dando loro modo di esplorare in maniera semplice e intuitiva le possibilità offerte dalle zone economiche speciali con un quadro completo del territorio, degli incentivi e delle infrastrutture già presenti.

Ad aggiudicarsi le altre challenge sono stati:

Team I Poliedrici per Museo di Capodimonte. Un’applicazione che attraverso una mappatura del Museo e del Bosco permette di migliorare sia l’esperienza di visita culturale e botanica, oltre alla possibilità di segnalare situazioni di pericolo.

Team SocialDev per CISCO. OCEAN è una piattaforma digitale che mette in connessione le persone, sia i visitatori sia gli autoctoni, permettendo loro di condividere esperienze, suggerimenti, colmando il senso di spaesamento di uno straniero che si trova per la prima volta in un posto nuovo.

Team DreamTeam per ENI. Attraverso il meccanismo del rewarding e della realtà aumentata, questa app stimola gli automobilisti a comportamenti virtuosi: più ti comporti bene più punti puoi raccogliere.

Team ACC – Automatic Collaborative Controller per Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. La soluzione propone una piattaforma basata sui BigData abilitante alla costruzione di servizi per il monitoring della flotta treni e dei loro passeggeri. L’intelligenza artificiale alla base della soluzione usa un innovativo Algoritmo di Clustering collaborativo e distribuito a “conoscenza zero”. Arricchito con ulteriori sorgenti dati e map-matching è in grado di monitorare in real-time i treni di una intera rete ferroviaria.

Team Avengers per P&G. P&G Fashion Assistant, un’assistente virtuale che aiuta nella gestione del guardaroba e nella scelta dell’outfit in base a preferenze, scelte passate, meteo, abbinamenti cromatici.

Team Gandalf per Tecno. Kutumnia è un app fatta su misura per i clienti di tecno fornendogli, grazie ad un’interfaccia semplice ed usabile, strumenti di business intelligence e reportistica sui propri consumi e produzioni

Team I visionAri per TIM. Un’app che mira a rendere l’esperienza di visita di un museo più immersiva e interattiva attraverso un sistema di gamification che sfrutta la realtà aumentata e l’integrazione di servizi TIM (TIM Vision, TIM Music) dando la possibilità di vincere premi offerti da TIM stessa.

Team FiftyFifty per WWF Oasi. Rhino è un’app che ingaggia un rapporto diretto con i visitatori, durante e dopo la loro visita. Incoraggiandoli a godere delle opera e al contempo a condividere la loro esperienza con gli altri.

Ogni Team vincitore si è aggiudicato un premio per il proprio lavoro: dai buoni Amazon per acquistare tecnologia e completare la propria soluzione fino alla possibilità di partecipare ad importanti eventi internazionali.