Economia del mare: accordo tra Campania e Liguria

62

Sottoscritto un importante accordo sull’economia del Mare, sullo sviluppo e l’innovazione tra Regione Campania e Regione Liguria, attraverso un’intesa siglata tra i due presidenti di giunta, Giovanni Toti e Vincenzo De Luca.

La risorsa mare per entrambe le regioni rappresenta una delle principali fonti di sviluppo economico e continua ad avere un ruolo centrale non solo nelle attività più tradizionali e consolidate, ma anche in quelle più recenti a forte potenzialità di crescita.

Con il Presidente Toti – ha dichiarato il presidente De Luca – abbiamo una sintonia legata alla concretezza nell’attività amministrativa e la comune propensione a valorizzare i momenti di eccellenza e competitività dei nostri territori oltre che una comune attenzione ai temi della sicurezza e della sburocratizzazione. Il nostro comune obiettivo è creare lavoro – ha aggiunto il Presidente De Luca – entrambe le nostre regioni hanno vissuto momenti di grande crisi, iniziamo a tracciare un percorso, un lavoro integrato nell’interesse dei nostri territori.

Un percorso comune di utilizzo dei fondi europei per le start-up e progetti di ricerca e sviluppo, oltre a scambi e collaborazioni tra i due porti in tema di ricerca e innovazione. Le nostre regioni hanno territori simili e simili opportunità, oltre a un modello di implementazione tecnologica che deve diventare la dorsale del nostro Paese, superando la vecchia industria di Stato il cui modello è stato forte in entrambe le regioni.
Ha affermato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, con l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Edoardo Rixi e il segretario generale dell’Ente, Giampaolo Giampellegrini nel corso dell’incontro con il presidente De Luca, l’assessore all’Innovazione e startup, Valeria Fascione e l’assessore alle Attività Produttive, Amedeo Lepore.