COVID-19 Call for Proposals straordinaria della Central European Initiative (CEI)

581

Con l’obiettivo di fornire risposta mirata all’epidemia globale causata dal COVID-19, la Central European Initiative (CEI) ha lanciato l’invito straordinario a presentare proposte per soddisfare le esigenze specifiche degli Stati membri che aderiscono alla CEI.

Un budget totale di 600.000 euro – sostenuto da tutti gli Stati membri della CEI attraverso il Fondo di cooperazione CEI e dall’Italia attraverso il Programma di scambio di know-how nell’ambito del Fondo CEI presso la BERS – sarà assegnato per la concessione di proposte in tre aree di intervento:

  • Sanità e telemedicina (MED)
  • Istruzione ed e-learning / apprendimento a distanza (EDU)
  • Supporto alle micro, piccole e medie imprese (MSME)

Chi può partecipare:

Tutti gli enti pubblici e privati, le ONG con sede e registrati in uno Stato membro CEI e le organizzazioni internazionali / regionali possono richiedere una sovvenzione CEI fino al 100% del valore del loro progetto e fino a un importo massimo di 40.000 euro. Particolare attenzione verrà prestata ai paesi CEI di paesi terzi.

A causa della natura straordinaria di questo invito, saranno accettate solo le domande pervenute entro il 9 aprile 2020.

Per ulteriori informazioni, visitare la pagina CEI dedicata.

La CEI è stata fondata a Budapest l’11 novembre 1989. È un forum intergovernativo regionale impegnato a sostenere l’integrazione europea e lo sviluppo sostenibile attraverso la cooperazione tra e tra i suoi Stati membri e con l’Unione europea, le organizzazioni internazionali e regionali come nonché con altre istituzioni pubbliche o private e organizzazioni non governative. Pur fungendo da piattaforma per il dialogo politico, l’IEC ha sviluppato un forte approccio operativo e orientato ai risultati nei confronti della cooperazione regionale. Combina diplomazia multilaterale e gestione di fondi, programmi e progetti sia come donatori che come destinatari.