A Chengdu per la cooperazione in ambito culturale e archeologico

72

Di ritorno in Italia, ripenso all’intensa settimana che a Pechino ha visto la Campania protagonista del Cina-Italia su Scienza, Tecnologia e innovazione, alla presenza del Ministro Fioramonti.

Seconda tappa a Chengdu per consolidare la collaborazione con il Dipartimento dei Beni culturali e archeologici del Sichuan, che ha già visto un’attività di scambio di mostre di prestigio come “Pompeii The infinite life” ospitata a Chengdu nel 2018. In città c’era ad attenderci l’entusiasmo per l’inaugurazione della mostra “Paestum – città del Mediterraneo antico” alla presenza del direttore Gabriele Zuchtriegel.

Ottimi gli incontri per la delegazione che ha offerto una perfetta sintesi del sistema di innovazione e competenze legate ai beni culturali: formazione e conservazione con l’università Suor Orsola Benincasa, ricerca e tecnologia con l’IPCB del CNR, valorizzazione con il Museo Archeologico Nazionale, nuovi media per la fruizione con Conform.

Abbiamo presentato “Campania Cultura” l’ecosistema digitale che promuove la nostra regione e i suoi tesori, grazie all’intervento di Rosanna Romano, DG politiche per cultura e turismo.

Abbiamo posto le basi per l’ampliamento di questa preziosa collaborazione e per l’organizzazione della settimana cultura e turismo tra Italia e Cina nel 2020.